Per ogni motociclista che si rispetti la data del Motor Bike Expo è segnata in rosso sul calendario ed è un appuntamento imperdibile che apre di fatto la stagione, potevamo mancare a questo importante avvenimento ? No di certo.
Quattro dei sette padiglioni sono riservati all’area custom,: officine specializzate, aziende di accessoristica, abbigliamento e intrattenimento. Appena varcati i tornelli d’ingresso della fiera la nostra attenzione si è soffermata sull’enorme gigantografia in onore del compianto Arlen Ness “ the king of custom”, un tributo doveroso che gli organizzatori di MBE hanno dedicato in maniera molto sentita al padre della cultura custom su due ruote, spesso ospite in questo importante evento internazionale a cui lui era particolarmente legato.

Nel padiglione 1 oltre alla tradizionale area del bike show della rivista LowRide, troviamo varie realtà che promuovono i loro eventi 2020, i ragazzi di Punta Bagna, ideatori anche di un affollato spritz party venerdì pomeriggio, la crew dell’ Eternal City di Roma e l’avamposto dello Sporty Meeting organizzato dagli amici del DueCilindri Blog, sempre attivi e pieni d’iniziativa.
Motor Bike Expo è un’occasione unica per ammirare le nuove realizzazioni che i customizer hanno febbrilmente ultimato in lotta contro il tempo e che potremo ammirare su strada nella stagione ormai alle porte o agli eventi che si svolgeranno in seguito.
Presenti in forze i colossi del mercato after market: da Zodiac a Motorcycles Storehouse, da Parts Europe a Custom Chrome, che quest’anno festeggia il 50° anniversario della sua fondazione. Mezzo secolo di storia non si celebra tutti i giorni e CCE ha deciso di farlo grandiosamente a MBE presentando la special di Thunderbike che è stata una tra le maggiormente ammirate del salone di Verona e una nuova linea di accessoristica e nuove moto, tra cui un’inedita “Bolt and Ride” presentata in anteprima. Tutte le case comuque presentano in anteprima la nuova linea e i cataloghi 2020.
Il bel tempo, ad eccezione di sabato, ha fatto registrare una notevole affluenza, in linea con quella record dell’anno scorso a detta degli organizzatori, permettendo agli irriducibili bikers di arrivare in moto potendo in questo modo usufruire del parcheggio gratuito all’interno della fiera.
Tra i vari ospiti internazionali va citato senza dubbio Paul Yaffe, uno tra i maggiori “top builder” americani, boss di Bagger Nation e Danny Schneider di Hard Nine Chopper che abbiamo ritrovato dopo una parentesi che lo ha visto lottare con tutte le proprie forze contro un male che lo ha colpito e dopo aver concluso un ciclo di chemio ad alte dosi, rivederlo al Motor Bike Expo è stata la cosa più bella che potessimo sperare.
Vediamo un po’ cosa ci riserva la pattuglia dei customizer Italiani.
Hazard Motorcycle: dopo il grande exploit dell’anno scorso con “ La Veloce”, Matteo ci riprova con un altro progetto molto interessante “ Ghisarama” a MBE non era ancora completata in tutte e sue parti, alcune in legno in onore del motoscafo Riva, siamo convinti che il “ Fusto” appena avrà la moto finita si toglierà delle belle soddisfazioni anche per il 2020.
Asso Special Bike: La sua ultima realizzazione è una bagger dall’alto contenuto “proteico” con l’adozione di un turbocompressore e una livrea by Dox Design Crew, completano la flotta di ASB due V-Rod , tra cui una best nella categoria H-D Modified nel LowRide contest , un King che fa l’occhiolino al chicano style e un Forty Eight che strappa un riconoscimento nel Metzeler Award.
Ms Artix: l’ultimo lavoro di Max è una special in puro stile Artrix, la “69” un full custom basso, filante con una motorizzazione potente si aggiudica il secondo posto nel Metzeler Award. Troneggia nel suo stand uno splendido sidecar su base H-D realizzato da American Dream, che Artrix ha valorizzato in maniera impressionate con una verniciatura da brivido.
Ed Special: il preparatore romano, fresco vincitore dell’Eternal City, espone alcune V-Rod tra cui quella vittoriosa a Roma “ Labirinto Mentale” un Night Rod con un concentrato di alta tecnologia che si aggiudica il Metzeler Award. Dovrebbe essere uno degli ultimi progetti su base V-Rod i prossimi, infatti, riguarderanno la linea softail H-D.
Vallese Garage: “veni vidi vici” si può riassumere in questo modo la trasferta veronese di Gianni Vallese. Una funambolica Bagger “ Predator” a cui la crew di Dox Design ha cucito un abito su misura con una verniciatura spettacolare che si aggiudica la categoria Bagger nel LowRide Contest e un Road Glide CVO, con motore S&S da 2.400cc un’inifinità di particolari in carbonio e un ciclistica da super bike, che dopo la cura nella clinica Vallese diventa una spettacolare special, la “ One4three” sbanca nel “ Club Style California” di Alessandro “ King” Bado & Kirk Taylor e si ripete anche nel Club Style di LowRide portandosi a casa anche il Best Paint grazie alla verniciatura della crew di Dox Design.
Biker Sheriff: ripetere la mirabolante realizzazione della bagger dell’anno scorso non è affatto semplice, nonostante tutto i ragazzi di Biker Sheriff piazzano al secondo posto del LowRide contest un’altra interessantissima bagger, strappando un meritato secondo posto anche nella categoria H-D Modified con una special molto particolare e riuscita, dotata di una forcella springer realizzata da Rebuffini Cycles.
Boccin Custom Cycles: le moto del Boccin sono un vero tripudio dell’old school più tradizionale, “ Long Finger” il chopper che ha tirato fuori dal suo cilindro magico vale da solo il prezzo del biglietto del MBE, fa razzia di premi aggiudicandosi la categoria Chopper nel LowRide Contest e una menzione nel Magazine Award. Noi siamo stati in religioso silenzio per un buon quarto d’ora di ammirazione.
Devil’s Garage: un chopperino veramente bello con motore Ironhaed del 78, un cattivissimo Night Rod del 2009 e un Road Glide in bagger’s style che si piazza al terzo posto nel bike show di LowRide nella categoria bagger. Tre stili completamente diversi per questa officina che lavora molto bene.
Greaser Garage: lavorano molto bene questi ragazzi, una reinterpretazione molto riuscita su base Honda Hornet 900cc e una bellissima Ducati Super Sport 1000cc che risulta seconda nella categoria cafè racer del LowRide Contest.
Pm Motorbike: nel loro dna le moto devono essere veloci la Aprilia Tuono che portano a MBE rispecchia in pieno la loro mission.
Mr Martini: Mr Martini sta a Motor Bike Expo come l’Arena sta a Verona. Personaggio ecclettico sopra le righe, irriverente e geniale, il suo stand in fiera è uno tra i più ammirati , una vera esposizione con special di ottimo livello che Nicola ha realizato negli anni. Presenta una Ducati GT 1000 veramente bella che raccoglie consensi unanimi dalla folla di appassionati che animano la fiera.
Moto Officina Boldi: ci sono sempre, le loro special low cost sono sempre apprezzate da chi la moto la usa per davvero, anche stavolta a podio, seconda nella categoria scrambler con la loro “ Derapage”.
Stile Italiano: sempre sul pezzo anche loro, best nella categoria cafè racer di LowRide e premio anche nel Magazine Award con la Norvin CR 1140, una special su base Norton/ Vincent che ha raccolto molti consensi da parte della critica specializzata.
Radikal Chopper: si fa prima a dire cosa non ha vinto poiché ha monopolizzato ancora una volta tutti i concorsi del MBE. Andrea Radaelli non ama vincere facile e quest’anno ha voluto cimentarsi con un progetto da kamikaze, “ Ad Maiora” partendo da una BMW R 1100 S che resterebbe sullo stomaco anche al più scaltro preparatore sulla terra. Smontata e modificata fino al più piccolo dettaglio il risultato finale lascia senza parole.
Menzione nel Magazine Award dei giornalisti, vincitrice nella categoria Free Style di LowRide e primo assoluto nel MBE Award che proclama Radikal Chopper “ King of Award MBE 2020”.
Bottega Bastarda: da sempre specializzati a far tornare in vita bicilindrici BMW Boxer, l’officina romagnola prende un premio nella Magazine Award , con una BMW K100 molto ben riuscita che li consacra maghi delle biemmevù.
Bertolini Motorcycles: in esposizione una mezza dozzina di belle special tra cui spicca il Fat Boy che si è aggiudicato la categortia H-D Modified al Rombo di Tuono e un V-Rod molto aggressivo.
DMC Toys 4 Men: il chopperino di Demetrio su base H-D Panhead del 56 anche se con qualche piccolo dettaglio da terminare riceve un premio dai ragazzi di Punta Bagna che lo decretano degno di nota nella categoria Old Style Italian Master Builder.
Boman Kustom Bike: non era decisamente un caso se l’anno scorso hanno vinto la categoria Chopper con la “ Pantera”, quest’anno hanno puntato al bersaglio grosso sbancando MBE. Best in show nel LowRide contest e un meritato riconoscimento nella Magazine Award dei giornalisti specializzati lo shovel 1200cc “ Blizzard” è un progetto che consacra la giovane realtà piemontese che ha potenzialità infinite e grande tecnica. L’apporto di un altro grande talento del settore, Roberto Larogna di Custom Design sulla carrozzeria e verniciatura ha fatto in modo che questo lavoro in team abbia fatto la differenza.
RCK Roll’n’Chop: esordiente a MBE grazie al premio Young Builder conseguito a Rombo di Tuono dell’ottobre scorso, Roberto Caputo si cimenta in un territorio per lui inusuale, una potente e filante full custom con motore Rev Tech 100”, il ragazzo ha della stoffa e il risultato è ottimo. Premiato nello Sporty Award per un’interessante chopperino su base Sportster nel LowRide contest decretato dai ragazzi del Duecilindri Blog.
PDF: la crew Bergamasca da sempre fucina di mezzi old school di ottima fattura, presenta a Verona la sua ultima realizzazione, un’Ironhead 1.000cc del 1980 con una forcella anteriore originale Brougth Superior da cui prende il nome la moto , una linea molto particolare e un’inifinità di particolari hand made.
Emporium Motorcycles: zitto zitto il Lele presenta a MBE un nuovo progetto terminato alla vigilia della fiera, una Sportster in puro stile Old School con una particolare forcella e una verniciatura molto azzeccata.
La giuria del MBE Award era composta da Paul Yaffe,Rod Woodruff presidente del famoso Sturgis Buffalo Chip, Kim e Andreas Bergerfoth di Thunderbike Custom e per finire Britney Olsen “pilotessa” nei campionati americani di moto vintage, fondatrice del 20th Century Racing e co-fondatrice di Spirit of Sturgis Vintage Festival. La Zodiac ha messo a disposizione un premio del valore di 1.500,00 euro in buoni acquisto mentre Silverbone ha forgiato uno stupendo bracciale in argento, premi che l’officina Radical Chopper si è aggiudicato con la vittoria della sua Ad Maiora.
Nel pomeriggio della terza giornata di MBE, la rivista Ferro ha organizzato la premiazione delle special più belle del Salone. Le moto, dopo essere state votate dal pubblico a suon di like sui social, hanno passato l’esame della giuria presente in Fiera. Il titolo di “Ferro dell’anno” è stato conferito a Simone Lovatti di Garage 14, con la sua cafe racer special su base Honda.
Sempre nel padiglione 4 presente lo stand ufficiale di Harley-Davidson Italia con i nuovi modelli 2020 tra cui spiccava la nuova Livewire con motore elettrico, molti i visitatori che hanno voluto salire in sella e provare il sibilo del motore, ovviamente non sono mancati i giudizi contrastanti su questa novità di casa Harley.
Preso d’assalto per tutta la durata della fiera anche lo stand Indian nel padiglione 2 anche qui gli appassionati potevamo ammirare le novità 2020 e dai feed back ricevuti pensiamo siano stati molto apprezzati.
Nonostante le luci e le ombre che di addensano sul nostro settore, Motor Bike Expo ancora una volta non ha deluso le aspettative confermando di essere un palcoscenico di primaria importanza per gli appassionati del settore custom e più in generale da quando gli organizzatori hanno fatto base a Fiera Verona, per le due ruote in generale.
Testo e foto: Corrado RdT

CLASSIFICHE BIKE SHOW MBE 2020.

LOW RIDE CONTEST CLASSIFICHE

   
    

FREE STYLE

COSTRUTTORE

MOTO

 

RADIKAL CHOPPER

BMW R 1100 S 1998

 

BENEDETTI & FIORDI

BUELL XBS12 2005

 

PEPE LAZZARI

H-D SOFTAIL 1991

 

CHOPPER

COSTRUTTORE

MOTO

 

BOCCIN CUSTOM CYCLES

H-D SHOVELHEAD 1972

 

UNDERGROUND CHOPPER

H-D KNUKLEHEAD 1946

 

HILLSIDE CLASSIC

H-D SPORTSTER 1986

 

BOBBER

COSTRUTTORE

MOTO

 

T4 MOTOR CYCLES

H-D PANHEAD 1956

 

KUSTOM GARAGE

H-D SHOVELHEAD1978

 

APUANIA CHOPPERS

INDIAN SCOUT 1940

 

BAGGER

COSTRUTTORE

MOTO

 

VALLESE GARAGE

H-D ELECTRA GIDE 2004

 

BIKER SHERIFF

H-D STREET GLIDE 2010

 

DEVIL’S GARAGE

H-D ROAD GLIDE 2016

 

H-D MODIFIED

COSTRUTTORE

MOTO

 

ASSO SPECIAL BIKE

H-D V-ROD 2018

 

BIKER SHERIFF

H-D SOFTAIL 1993

 

AMERICAN DREAM

H-D SIDECAR 1992

 

CLUB STYLE

COSTRUTTORE

MOTO

 

VALLESE GARAGE

H-D ROAD GLIDE CVO 2009

 

CUSTOM PLANET ROMA

H-D FXDL LOW RIDER

 

PIG’S FOOT CLAN

H-D FXRT 1984

 

CAFE’ RACER

COSTRUTTORE

MOTO

 

STILE ITALIANO

NORVIN 1140 CR 1955

 

GREASER GARAGE

DUCATI GT 1000 2007

 

GASTAGNA GIORGIO

HONDA 750K 1981

 

SCRAMBLER

COSTRUTTORE

MOTO

 

CARBONE & METALLI

KTM 250GS 80 1979

 

MOTO OFFICINA BOLDI

HONDA FMX 2006

 

AC CALELLA CUSTOM

H-D SPORTSTER 883R 2007

 

SPORTY AWARD

RCK ROLL-CHOP

H-D FORTY EIGHT 2012

 

PUNTA BAGNA ITALIAN MASTER BUILDER

DMC TOYS 4 MEN

H-D PANHEAD1956

 

CORY NESS CHOICE

FREESOUND OF CUSTOM

BMW R65 1980

 

BEST OF THE BEST BIKE SHOW

ANDRENALINE JUNKIES

H-D SPORTSTER 883 2001

 

BEST IN SHOW LOWRIDE CONTEST

BOMAN KUSTOM BIKE

H-D SHOVEHEAD 1200

 

MBE AWARD 2020

RADIKAL CHOPPER

BMW R 1100 S 1998

 

FERRO DELL’ANNO

LOVATTI SIMONE di GARAGE 14

HONDA

 
    

METZELER AWARD

   

ED SPECIAL

NIGHT ROD

 

MS ARTRIX

FULL CUSTOM “69”

 

ASSO SPECIAL BIKE

H-D FORTY EIGHT

 
    

CLUB STYLE CALIFORNIA

VALLESE GARAGE

H-D ROAD GLIDE CVO ” 143″

 
    

MAGAZINE AWARD

   

GIORNALISTA

RIVISTA

COSTRUTTORE

MOTO

PIPEBURN

BLOGGER

STILE ITALIANO

NORVIN

 

IRON TREADER NEWS

BOTTEGA BASTARDA

BMW K100

POLINA KRASNOVA

BIKERS INSIDER

HILLSIDE CLASSIC

 

ONNO WIERINGA

MADNESS PHOTOGRAPHY

BOCCIN CUSTOM CYCLES

LONG FINGER

 

CUSTOM BIKE

RADICAL CHOPPER

BMW R 1100 S

 

EASY RIDER

DANNY SCHNEIDER

BLUE GODZILLA H-D XLCR

MINORU UEMURA

VIBES

BOMAN KUSTOM BIKE

THE LIZARD H-D SHOVELHEAD



X
Add to cart