Brescia, 16 dicembre 2018

Il Bikers for Children è, di fatto, un appuntamento irrinunciabile per la crew di ROMBO di TUONO e per tutti gli amici bikers che ogni anno, con grande calore e partecipazione, danno vita a questa iniziativa che ha come obiettivo principale quello di portare un piccolo dono a dei bambini che stanno attraversando un periodo molto delicato della propria giovane esistenza.
Apro e chiudo una piccola parentesi per ringraziare ancora una volta tutti i motociclisti che, mentre la maggior parte degli umani è indaffarata a caccia dell’ultimo regalo per centri commerciali, trovano il tempo e la voglia di mettersi in gioco, travestirsi da improbabili Babbi Natale per regalare qualche attimo di spensieratezza ai piccoli pazienti che sono ricoverati 

presso la Casa Ronald e il reparto di pediatria oncologica degli Spedali Civili di Brescia. La giornata è particolarmente fredda e grigia, il punto d’incontro è presso la concessionaria H-D Brescia, dove in breve si radunano un centinaio di moto cavalcate da altrettanti baldi Babbi Natale. Immancabile la slitta con le renne motorizzate che da anni ci segue, per la gioia dei bambini che restano ammirati nel vederla e che è qualcosa di veramente inconfondibile e magico.
Si arriva in perfetto orario alla prima tappa di Casa Ronald, dove, però purtroppo molti dei bambini date le loro condizioni non possono lasciare la cameretta e quindi i doni saranno lasciati ai loro genitori, salvo due bambini che li ricevono direttamente dalle nostre mani.
Agli Spedali Civili ci attende, come sempre, il tavolo dell’Associazione Immunodeficienze Primitive che offre del tè, caffè caldo e l’immancabile panettone a tutti i bikers infreddoliti. Intanto si concordano i vari gruppetti che, dopo le consuete procedure per l’accesso al reparto e indossando le mascherine sterili, sono incaricati di consegnare i doni ai bambini. Costatiamo che la condizione di molti di quei bambini è alquanto delicata e la cosa ci lascia un velo di tristezza enorme, alcuni di essi non possiamo incontrarli di persona perché sono in stanze protette e asettiche, anche qui ci limitiamo a consegnare i doni ai genitori, alcuni sono davvero piccoli e fanno una tenerezza infinita da stringere il cuore.
Non so se il nostro gesto serva a qualcosa, a volte davanti a questa realtà ci si sente davvero impotenti e inadatti, qualcuno dice che anche un piccolo sorriso in queste situazioni serve ad alleviare per un solo un attimo la loro situazione, ma brucia veramente tanto non riuscire a far altro.
Ci teniamo in maniera particolare a ringraziare tutti i bikers intervenuti ed i vari gruppi tra cui Amiss, i Rumors, i Buio Bikers e i Bikers Respect e come sempre Le Gallerie del Garda di Gavardo e il centro Bennet di Gavardo.

VUOI PARLARE CON NOI?

  • +39.330.76.48.40

Copyright © 2019. All Rights Reserved.

X
Add to cart