SELVAGGIAMENTE "EL GRINGO"
- Sunset Motorcycles -

L’innocenza di Massi (Sunset Motorcycles) è pressoché disarmante quando afferma “questa è la mia moto”. Questo ci dice chiudendo la porta dell’officina e uscendo con noi per un giro di prova in un afoso pomeriggio di metà agosto.
Noi che lo conosciamo da anni non ci siamo stupiti più di tanto, un po’ abbiamo imparato a capire la sua filosofia, niente diavolerie elettroniche ma un telaio, possibilmente rigido, un motore che spinge e due ruote, tanto basta per essere felici.
La sua personale non fa eccezioni, e non diciamo nessuna bestemmia affermando che si troverebbe a disagio sulla passerella di qualsiasi bike show perché il suo habitat naturale è la strada.
La base di partenza è un Dyna standard del '95 il telaio è stato sostituito da Massi con uno di sua costruzione. Il classico peanut da 8 litri mentre il serbatoio dell’olio è un after market modificato. Sella e parafango posteriore anch’essi sono stati realizzati a mano, mentre i foderi della forcella sono di una vecchia Electra.
Sul motore si è adottato un’accensione a pedale della Custom Chrome ed un carburatore S&S, mentre per i comandi ci si è affidati alla Perfomance Machine.
Originale la colorazione ramata che sul tipo di moto ci sta anche bene oseremmo dire.
La sua "El Gringo" non è una moto da trattare da con i guanti, è selvaggia e morde il freno, non dispone di soluzioni tecniche ardite e sui generis ma è una moto ignorante vecchio stile, un po’ come lo è Massi, fedele al suo modo di intendere la moto: genuino e soprattutto selvaggio.

Testo e foto: Corrado




^