6º ROCK'N'BIKE DAYS
L'ARABA FENICE

Rezzato (BS), 1-3 luglio 2011

Per parlare di questo raduno è necessario fare un salto indietro nel tempo di parecchi anni. Era l’estate 2001 quando andò in scena l’ultima edizione all’aperto del glorioso Rock n’bike, ad organizzarlo un gruppo bresciano di allora "I Jokers", molto conosciuto e stimato tra i bikers della provincia.
Tante cose sono cambiate da allora, la prematura scomparsa di uno dei fondatori, qualcun altro che ha imboccato altre strade della vita, mettendo in secondo piano la moto e per chi è rimasto fedele ai propri ideali un nuovo status.
Come l’Araba Fenice risorge dalle proprie ceneri, così lo è stato anche per questo motoraduno, ricco di storia e carico di significati.
La location è quella della Spiaggia 91 di Rezzato in provincia di Brescia e l’ambiente è tipicamente bikers. I motociclisti arrivano già nella serata del venerdì, dopo aver terminato il lavoro e trovano un angolo verde per piazzare le tende. Sabato tuttavia è la giornata clou dell’evento, gli arrivi si fanno più consistenti e il caldo soffocante viene mitigato da un bel tuffo in piscina, dove lo Zione Ferdy da provetto animatore cerca con discreto successo di coinvolgere i presenti, motociclisti e non, nei vari giochi di intrattenimento e in un classico che non passa mai di moda. Il concorso di Miss Maglietta Bagnata.
L’atmosfera è molto rilassata quando iniziano dal palco ad accendersi le spie degli amplificatori. Attaccano i Rock n’Roll Children, seguiti dai Whinstone. Altro pezzo forte di ogni raduno vecchio stile, il sexy show che accende una fiamma in tutti i presenti accalcati sotto il palco.
Domenica mattina in programma il motogiro che si concluderà presso l’Orso Furioso per un fresco e dissetante aperitivo, per poi tornare alla Spiaggia 91 per un altro concerto in programma dei Carisma, una tribute band di Vasco Rossi, e per crogiolarsi al sole o farsi un tuffo in piscina.
Presenti al raduno il Prospect Chapter Bandidos MC di Brescia e quello dei loro support Ronins MC Brescia oltre i tanti free bikers che hanno raccolto l’invito degli organizzatori che ci confidano che per aspettare la prossima edizione non bisognerà attendere altri dieci anni.

Testo: Corrado - Foto: Corrado e ziOne Ferdy



^