JACKPOT 12° FESTA BIKERS

26-30 agosto 2009

Sabato sera ore 20,00, siamo nell’ora di punta, sotto gli enormi tendoni i tavoli e le panche sono tutte occupate, stiamo per arrivare al punto di massima affluenza per un motoraduno. Una persona si aggira tra i tavoli, torso nudo per il gran caldo, li pulisce e si china più volte a raccogliere cartacce, non è un semplice inserviente ma Fausto, leader carismatico di questi ragazzi Bergamaschi, tenaci e volenterosi, che partiti 12 anni fa con un gazebo e due fusti di birra, sono arrivati a gestire un raduno da svariate decine di migliaia di persone, che una persona addentro a questo mondo ha paragonato all’indimenticabile Free Wheels e scusate se è poco.
La Festa Bikers ormai fa parte di quei consolidati eventi da grandi emozioni e soprattutto grandi numeri, l’organizzazione impeccabile e l’esperienza maturata fa si che tutto si svolga alla perfezione, un complicato ingranaggio che non sbaglia un colpo. Vederli all’opera questi ragazzi è un vero spettacolo, dotati di un’energia inesauribile sembra una squadra che gioca a memoria da sempre.
Gran caldo il sabato al nostro arrivo, il viale d’ingresso è intasato come non mai, un fiume di moto percorre la “main street” senza sosta, ai lati della quale stand a perdita d’occhio. Buona, anzi ottima, la presenza di parecchi Customizer intervenuti in grande stile. La rivista Freeway, organizzatrice del Bike Contest, aveva intanto messo in piedi un discreto numero di special interessanti.
Ottima la programmazione musicale, da sempre uno dei pezzi forte di questo motoraduno. Primi a salire sul palco gli svedesi dei Saints Deamon, a loro il compito di rompere il ghiacccio ed introdurre il big della serata. Uli Jon Roth, chitarrista Scorpions. Tecnica sopraffina e note languide nell’aria. Chiudono le danze una buona band bergamasca, i Violet Eclipse.
Nel mezzo della serata i risultati del Contest della rivista Freeway.
5° posto per una sconcertante Honda di Greaser’s, mentre al quarto posto i ragazzi di Custom Attack con un’interessante Sporty con telaio a coda soffice con un inedito mono ammortizzatore centrale.
Terzo una nostra vecchia conoscenza, Graziano con un maniacale Pan Head del 52, realizzato da solo con molta tecnica e gusto dei particolari.
Seconda piazza per quel ragazzaccio terribile di Lorenzo Boccin con il suo “El Fero”, una delle tante creazioni azzeccate uscite dal cilindro magico del preparatore Veneto.
Gradino più alto del podio per Gallery Motorcycles, che si aggiudica anche il premio di mille euro messo in palio dagli organizzatori. Molto particolare la sua motocicletta, caratterizzata da un avantreno ed una ciclistica inusuale.
Gran finale poi a chiudere la serata con le ragazze del Sexy Bar di Corrado Fumagalli.
Che dire se non fare i complimenti a ragazzi di Cologno al Serio, tanto il lavoro che hanno fatto, vi invito a seguirli perché se è vero come è vero che a Cologno in questo week end è uscito il Jackpot, chi sa mai che con la 13° edizione del 2010 il banco salti… buona fortuna ragazzi.

Testo e foto: Corrado


^