BIKEWORLD - 11° FESTA BIKERS


by FESTA BIKERS (COLOGNO AL SERIO - BG)


30 agosto 2008

Era una sera d’autunno dell’anno scorso quando ad un Halloween Party incontrai Fausto, storico organizzatore, insieme al suo gruppo, della Festa Bikers di Cologno al Serio. Come quasi sempre accade, l’argomento scivola prima o poi sulle vicissitudini organizzative dei nostri rispettivi appuntamenti. Lui era un po’ abbacchiato per la verità, l’area dove per anni si svolgeva la loro Festa non sarebbe stata più disponibile, quindi se non sopraggiungevano miracoli nel 2008 si sarebbe dovuto a malincuore fermare al palo. Dispiaciuto e con la faccia di circostanza lo ascoltavo in silenzio, anche se in fondo in fondo non credevo ad una sola parola di quello che mi stava raccontando, conoscendoli ormai da tempo sapevo che anche a costo di fare l’undicesima edizione nel garage sottocasa la banda di Cologno, nota per la grande caparbietà, mai e poi mai vi avrebbe rinunciato.
La conferma, come volevasi dimostrare, l’ho avuta sabato varcando il checkpoint all’ingresso del motoraduno. Nonostante la zona fosse più o meno adiacente a quella dove si era sempre svolta negli ultimi anni, lo stravolgimento logistico e la creatività di questi ragazzi ha fatto si che sembrava davvero di essere capitati in un altro raduno. L’area campeggio, ricavata in un avvallamento sottostante più o meno ombreggiata, era già al sold out. L’ampio tendone con il consueto ring in posizione centrale era affiancato da un altro riservato alla birreria. Perfino una piscina, dove quattro omaccioni grandi e grossi, si divertivano più delle figlie di sei anni dei miei vicini di casa. Bel colpo d’occhio sul Bike Show curato con molta professionalità dal Turo con la competente supervisione di Fabrizio Favre, a cui si sono aggiunti Alberto di Freeawy e del piccolo Mike Persello, di Bikers Life. Due le categorie, professionisti e privati. Nella prima spiccavano le special dei ragazzi di Custom Attack, Stop and Go, HWM di Vicenza, Greaser 50’s Garage ed Abnormal Cycles. Quelle dei privati vedevamo comunque ottime preparazioni, un’ottima bobberizzazione su base Guzzi ed un adorabile gioiellino di Matteo, nostra vecchia conoscenza che presta la sua opera nella filiale di Nostalgia della Numero Uno di Milano. Sulla “main street“ intanto l’afflusso di moto continuava incessantemente, vasto anche il numero di stand e bancarelle che facevano da corollario a tutto il raduno. Nota dolente, ma questo è indice del grande successo di affluenza che ogni grande evento si porta appresso e che gli organizzatori sicuramente cercheranno di razionalizzare, la fila interminabile a cui ci si doveva sottoporre, prima alle casse e poi alle cucine ed alle birre, necessario in questo frangente armarsi di santa pazienza ed aspettare il proprio turno.
Quando la prima band sale sul palco, la distesa di moto parcheggiate nell’enorme spianata di fronte ad esso era un mare di ferro e cromo, i Cat House fanno da apripista alle Ruff Stuff, AC/DC tribute girls band tedesca, che prende possesso del palco scatenando l’entusiasmo generale dei bikers. Seguiranno poi le premiazioni dei vari contest, quelli del bike show e quello dei tattoo. La Best of Show è appannaggio di Matteo che si aggiudica anche i 2.000 euro messo in palio dagli organizzatori, il tutto condito dal siparietto offerto da Samuel di Abnormal Cycle, che chiamato ripetutamente sul palco per la premiazione di una sua special, arriva con due occhietti lucidi lucidi, probabilmente da una spiaggia Giamaicana, quando lo speaker ormai lo dava per disperso.
In chiusura poi il tanto atteso show delle ragazze del Sexy Bar di Corrado Fumagalli, ospite d’onore e grande amico degli organizzatori, che ha dato il colpo di grazia ai presenti.
Tirando le somme penso sicuramente che gli organizzatori quest’anno abbiano battuto tutti i record di affluenza, tanto che se fino a ieri si poteva tranquillamente affermare che la Festa Bikers si svolgesse a Cologno al Serio, da oggi si dovrà dire che Cologno è un piccolo quartiere all’interno della Festa Bikers.
Come sempre vorremmo ricordare che anche quest’anno l’enorme lavoro messo in piedi da questi ammirevoli ragazzi andrà devoluto all’Assoc. Cure Palliative di Brergamo, che si occupa dei malati oncologici in fase terminale.

Testo e foto: Corrado




^