67° ANNUAL DAYTONA BIKE WEEK

 

Daytona (Florida - USA) 29 feb-9 mar 2008

 

Non ritengo di essere un veterano di questo evento, ma mi sento di azzardare che, anche se negli ultimi due anni ci sono stati dei cambiamenti, in meglio o in peggio lo si potrà veder solo tra qualche anno, la Bike Week rimane sempre la stessa, con tutto il suo fascino ed il suo carico di storia e tradizione. La novità principale, o meglio, il cambiamento più evidente, lo troviamo in Destination Daytona, una immensa area ad Ormond Beach, 11 miglia a nord di Daytona. Con molte probabilità, questa è la versione più accreditata, le immobiliari spingono per spostare la Bike Week dal centro di Daytona Beach, per cedere spazio a hotels e residence per turisti ed americani che si vengono a godere la vecchiaia. Allora Mr. Rossmeyer (boss di HD Daytona ed altre 13 concessionarie) coniugando business e praticità, sta spostando tutto il “carrozzone” verso Ormond Beach. Il primo passo è stato appunto la realizzazione di Destination Daytona, dove è possibile trovare una mega concessionaria, officina, una scuola per meccanici, hotels e altro ancora. Quest’anno rispetto al 2007, abbiamo potuto notare la massiccia presenza di customizer e produttori di accessori, una volta presenti attorno al 290 di North Beach Street, sede della vecchia e arcinota concessionaria di Daytona. E questo è già un sintomo forte di come la Bike Week stia cambiando faccia. Anche la Main Street, una volta percorribile a stento, oggi permette di andare dalla Atlantic Ave, all’Halifax River molto più velocemente. Comunque, malgrado tutto, armati di programma ufficiale e cartina abbiamo vissuto la nostra 67^ Annual Bike Week andando dalla Main Street a Destination, passando per l’International Speedway, sempre punto di riferimento per le grandi case motociclistiche europee e giapponesi; per lo Swapmeet alla ricerca di ricambi a buon mercato; per i vari locali disseminati nell’arco di miglia rispetto a Daytona Beach; per il 17° Boardwalk Classic Ride-In Show bike show in riva all’oceano, per l’Ocean Centre, quest’anno in particolare grande spolvero per i 105 anni di mamma Harley e per il Rat’s Hole, il più grosso bike show. E girando in lungo e in largo non sono mancati neppure gli incontri coi grandi personaggi del custom. Infatti, approfittando per le foto di rito e qualche autografo, siamo incappati in personaggi del calibro di Arlen Ness, Billy Lane, Paul Cox, Russel Mitchell, i Teutul bros (Paul jr. & Michael) e ancora Ice Cream Man from Hell e Michelle Smith. Insomma, la 67^ Bike Week ha chiuso i battenti e il futuro, a quanto pare, riserverà cambiamenti, ma comunque vada resta sempre il mito di Daytona e saremo sicuramente ancora in tanti a ritrovarci in Florida in quei primi giorni di marzo, degli anni a venire.

Ah, dimenticavo, unica nota negativa: il tempo, che ci ha riservato purtroppo qualche giorno di pioggia…

 

Testo & Foto: Mauro (mmrock65)


Le foto
(by Mauro - prima parte)

 

Up