CHRONO ALPS 500
H-D Brescia & Brescia Hog Chapter

Brescia, 8-9 luglio 2016

La formula della CHRONO ALPS 500 organizzata dalla concessionaria ufficiale H-D Brescia con la collaborazione del BRESCIA HOG Chapter quest’anno raddoppia la sua proposta motociclistica, infatti, alla collaudata e unica nel suo genere, gara di regolarità suddivisa in sei prove speciali giornaliere, si aggiunge un raduno statico che ha il suo quartiere generale a Salò.
La gara parte venerdì mattina dalla concessionaria H-D Brescia, un centinaio circa gli agguerriti concorrenti, la posta in palio è molto alta, il vincitore si aggiudicherà un meraviglioso viaggio negli USA, buoni da mille e cinquecento euro rispettivamente al secondo e terzo classificato.
La tensione è palpabile mentre in colonna i riders aspettano il proprio turno per far scattare il cronometro e dare gas. Ogni secondo di ritardo (e anche di anticipo ovviamente) determina per ogni prova speciale una penalità di 100 punti e se si tiene conto che i vincitori delle Chrono solitamente alla fine di tutta la gara ne assommano al massimo in tutto 20-25 punti capirete che la cosa si fa assolutamente seria e complicata... dite di no??? Bene provate allora cronometro alla mano ad andare dal divano del vostro soggiorno a sedervi sul letto della camera da letto in tre secondi... e zero decimi... e zero centesimi e vediamo un po’ come la “impagliate”.
Decisamente spettacolari gli scenari in cui la Chrono Alps si è svolta a cavallo tra il Lago di Garda, il Trentino e il Veronese , il caldo torrido ha messo a dura prova gli equipaggi, ma nonostante questo i volti dei concorrenti alla fine giornata erano stanchi ma soddisfatti.
Mentre cento driver si dannavano l’anima con l’occhio fisso alle lancette del cronometro, l’atmosfera in Borgo Fossa, quartier generale del raduno era di sciallo totale e i giri Spritz e Mohito si perdevano nella notte dei tempi.
Diversi gli espositori che stand hanno aderito all’iniziativa, di tra cui Pach Production, Kess Tech, Style DSD, Engi Moto, Deborah di Special Patch e By Stramberia quelli che maggiormente conosciamo, oltre ai partner della manifestazione come Panorama Viaggi.
Diversi i gruppi presenti: I Santi, I Baca e Rombo di Tuono. Tra l’altro i Santi hanno organizzato un interessante run guidato che ha portato i partecipanti fin su la diga di Valvestino.
Molti anche i customizer che hanno partecipato a quest’appuntamento i cui stand erano posizionati sulla passeggiata del lungo lago di Salò: da Asso Special Bike a Mph Toys, da Bikers Saloon a Black Bull Racing e da American Wheels con Dario caricato a mille con due special “ nuove di zecca”. La zona artistica è stata impreziosita dalle opere del maestro Gian Franco Filippini di Kustom Drink Paint.
Harley-Davidson Italia promuove alla Chrono Alps 500 il suo Dark Custom Tour con demo ride guidati.
Venerdì sera si è tenuto uno spettacolo musicale con DJ Albertino mentre sabato sera un concerto con Matthew Lee e la sua band.
Dal taccuino di gara segnaliamo che per il secondo anno consecutivo l’equipaggio Rosa-Pellini bissa il successo aggiudicandosi la vittoria finale, secondi classificati la coppia Canestri e terzo una nostra vecchia conoscenza Simone Genocchio sul suo fedele Fat Boy giallo e nero. Ad onor di cronaca la prima lady al traguardo è stata Michela Mocchi.
Domenica mattina la grande parata ha visto centinaia di harley concorrenti e bikers salutare la città di Salò alla sua maniera.
Ottimo il risultato di questa iniziativa fortemente voluta da Francesco Lonati di H-D Brescia e appoggiata in tutto e per tutto dai suoi ragazzi del Brescia Chapter che hanno contribuito in maniera determinante alla sua riuscita.

Testo e foto: Corrado



^