8° BIKERS FOR CHILDREN

15 dicembre 2013

La giornata inizia molto presto è domenica mattina di una radiosa giornata di metà dicembre, in programma abbiamo l’ottava edizione del Bikers For Children, ci si da appuntamento nel piazzale del Centro Commerciale per andare a saccheggiare il reparto giocattoli.
Viviamo sempre con grande gioia l’acquisto dei doni che poi verranno consegnati ai piccoli pazienti ricoverati in strutture ospedaliere della nostra città, in fondo per una mezz’ora si torna bambini scegliendo i giocattoli e riempiendo fino a scoppiare i carrelli della spesa. Cosa che sicuramente, visti i tempi che correvano allora, non ci era concessa da bambini, anzi eri già fortunato se ti arrivava anche un solo giocattolo per Natale.
Richiedere i permessi per poter accedere ai reparti di Pediatria del nosocomio cittadino ha richiesto qualche apprensione in più rispetto agli altri anni, ma poi finalmente ce l’abbiamo fatta. Grazie alla disponibilità dell’ A.I.P. e dei responsabili dei reparti dell’Ospedale Civile di Brescia.
Al punto fissato della partenza nel centro città ci attende anche un pattuglia della Polizia Municipale, che dopo qualche rampogna per il nostro scarso senso organizzativo, si presta molto gentilmente a scortarci fino alla Casa Roland, prima tappa del nostro toys run. Quest’anno sono venuti in soccorso anche i Rumors, nuovo free group che si è da poco formato nella nostra città, che insieme a Rombo di Tuono ha condiviso questa iniziativa.
Si parte come sempre nel frastuono generale degli scarichi delle nostre moto, mentre noi ci dirigiamo a Casa Roland i Rumors proseguono verso la Casa Famiglia di Via Milano per la consegna dei doni ai piccoli ospiti della struttura.
Per entrare nella piccola stanza dei giochi di Casa Roland si organizzano due gruppetti di Babbi Natale che consegneranno personalmente i giochi ai piccoli, è d’obbligo l’uso della mascherina; ci si intrattiene solo qualche minuto con i piccoli pazienti, un po’ disorientati dal trambusto, ma appena intuiscono il motivo della nostra visita si lasciano avvicinare e consegnare i pacchettini.
La seconda tappa prevede la sosta all’Ospedale Civile di Brescia nei reparti di Pediatria Oncologica, Chirurgica e Otorino, anche qui si organizzano dei gruppetti per entrare con un attimo di discrezione nei reparti, in uno di questi abbiamo il piacere di incontrare gli Ultras del Brescia Calcio impegnati anche loro con un’iniziativa analoga, la Santa Lucia, che è la versione al femminile di Babbo Natale bresciano e si festeggia il 13 dicembre, anche per loro carrelli colmi di giochi e una Santa Lucia in carne ed ossa per la gioia dei bambini ricoverati.
Il caldo delle corsie è insopportabile per noi vestiti a strati, ma è niente in confronto all’emozione che ogni anno proviamo quando varchiamo le soglie di questi reparti e per un attimo incrociamo lo sguardo dei bambini a cui consegniamo un piccolo dono, è difficile abituarsi a questa scena.
Come siamo arrivati ce ne andiamo sulle nostre moto, vorremmo portare via anche i bambini, ma naturalmente non ci è consentito e sarebbe anche deleterio.
Ringraziamo tutti i bikers che sono intervenuti con il loro calore e disponibilità, tutto il personale medico delle strutture visitate, i volontari dell’A.I.P. per il supporto e l’organizzazione del banchetto di ristoro con bevande calde e panettone nonché la Direzione del Centro Commerciale La Porta del Garda e Bennet di Gavardo.

Testo e foto: Corrado





^