…IO SONO FIGLIO DEL VENTO

 

Idealmente mi fa piacere pensare che quella sera di metà maggio a Paliano in occasione del Super rally 2005, le nostre mani si siano potute stringere anche solo per un momento, quando nell’accampamento dei ragazzi di Firenze e dell’Emilia ci fu la festa, il sabato sera.

Di lui seppi più tardi, solo una settimana dopo, un destino il suo simile a quello di molti altri nostri amici, persi per strada.

Che strana sensazione si prova nel guardarsi dietro e non trovarli più, non scorgere più il loro sorriso nel retrovisore della nostra moto, d’improvviso ti accorgi del grande vuoto che ti hanno lasciato dentro.

Marco era un ragazzo che come noi amava le moto, le Harley in particolare, la musica, lui stesso suonava il basso in alcuni gruppi, prediligeva il rock duro, come molti di noi d’altronde, e come molti di noi aveva sogni da realizzare e paure da superare, forse era un ragazzo fragile ma dall’animo forte.

Da poco ho finito di leggere il suo libro, ”...IO SONO FIGLIO DEL VENTO” fortemente voluto e pubblicato dai genitori di Marco come  atto di amore, verso quel figlio amato e perso troppo presto. E’ un libro di poesie trovate qua e là nei vari foglietti ed appunti che lui conservava gelosamente tra le sue cose. Una traccia che lui ci ha lasciato per farci sentire meno soli.

Importante sottolineare, se mai ce ne fosse bisogno, che il ricavato di questa pubblicazione andrà in beneficenza, parte alla fondazione Niccolò Galli Onlus, il figlio dell’ex portiere della Fiorentina e del Milan, scomparso anche lui a seguito di un incidente stradale e parte all’operazione Mato Grosso, con l’intento di sensibilizzare maggiormente i giovani ad una maggiore prudenza sulle strade, problema grave, che da generazioni ci tiriamo dietro e mai come ora maggiormente sentito.

Qualche giorno fa ho avuto anche modo di sentire la mamma di Marco, la signora Carla ,che con un solare accento Toscano e con tono dolce, mi ha raccontato del raduno che gli amici di suo figlio, gli Independents, di cui anch’egli faceva parte, hanno organizzato lo scorso giugno, e della volontà che questa iniziativa possa avere un seguito, proprio in ricordo di Marco.

Corrado


“  …Io sono figlio del vento

non ho niente da dirvi,

rinchiudetemi nelle vostre stanze

ma riuscirò sempre a liberarmi

e dalle mie lacrime nasceranno mari e fiumi

di sangue innocente”

“ …ciao Roxy, esco vado a trovare Giacomo e Giovanni, torno a cena”.

Quel venerdì sera Marco era veramente felice, l’indomani avrebbe fatto la sua prima prova d’uscita in barca a vela verso l’isola di Capraia. Erano circa le diciotto del 27 maggio 2005.

Il rombo della sua Harley sovrastò, come al solito, i consueti rumori delle strade di Prato…

… e così  Marco, a 26 anni, partì per il suo viaggio più lungo.

 

Il libro “...IO SONO FIGLIO DEL VENTO” lo potrete richiedere direttamente alla mamma di Marco, la signora Carla Michelini telefonando al 347/7553202, oppure scrivendo a: massodellefate@novaartigrafiche.it

Prezzo di copertina € 12,00 (l’equivalente di quattro birre medie).


Up