Edito dicembre 2009

- TOP OF THE YEAR 2009 -


Quando finisce un viaggio, il gesto che mi viene più spontaneo compiere è quello di azzerare il contachilometri della motocicletta. Non ho mai capito perché lo faccio e non so bene quale significato attribuire a questo gesto. Forse è un meccanismo inconsciamente automatico che mi porto dietro da chissà quanto tempo, potrei fare ricerche su qualche trattato di psicologia spicciola, ma me ne manca il tempo e sinceramente anche la voglia.
Stessa cosa mi succede quando sta per terminare un anno, mi guardo indietro cercando di assaporare ogni sensazione ed ogni emozione vissuta, bella o brutta che sia. Sarà banale, lo so, ma molte di esse le ho vissute a cavallo di una moto e con lei sono riuscito a vedere posti nuovi, ho avuto l’opportunità di conoscere tante persone con cui ho condiviso la medesima passione. Con altre ho capito, invece, di non avere più nulla in comune, dopo che hanno rivelato la loro vera indole, quella dell’opportunismo e dell’ipocrisia. Non ho dovuto fare molta strada in verità per incontrare queste persone, erano più vicine a me di quanto potessi immaginare. Tuttavia, fatte le debite considerazioni, dico che anche dalle esperienze meno edificanti è possibile trarre il lato positivo, la buona notizia è che nel nuovo anno non sarò più costretto a dividere il mio viaggio insieme a costoro, l’orizzonte davanti alle mie forcelle è di nuovo libero.
Tornando alla nostra genuina passione, abbiamo voluto fermare con delle immmagini ciò che abbiamo vissuto in questo magico 2009, ringrazio chi ha condiviso insieme a noi anche solo un breve tratto di strada, con l’augurio di ritrovarci nel prossimo che verrà, magari su di una statale impiccata al sole o ad asciugarci i panni sotto la pensilina di qualche stazione di servizio. Ci basterà solo uno sguardo per riconoscerci, anche se non ci siamo mai frequentati, certe situazioni nascono spontaneamente senza bisogno di essere forzate: un saluto, un semplice sguardo, una stretta di mano scambiata in un raduno, un tratto di strada percorso affiancati nell’oscurità di una notte d’autunno.
Ringraziamo tutti gli amici che ci hanno dedicato una parte del proprio tempo in questo 2009 ormai agli sgoccioli, un viaggio sta terminando ed un altro subito inizierà.
Che il 2010 sia un buon anno per tutti voi!

Corrado


^