Itinerari di viaggio - Il Trentino in moto

Questo itinerario, con partenza da Brescia, porta a scoprire strade che dal bresciano portano nel cuore delle Dolomiti con un percorso abbastanza impegnativo e di sicura suggestione che termina nella Valtellina per ricongiungersi sulla strada del ritorno.
Un percorso di circa 820 chilometri, ben articolato e servito da strade quasi sempre pulite e ben curate, può essere percorso anche in 2 giorni.
Consiglio comunque di godervi questo spettacolo magari con più tappe nel posto o nella cittadina che più vi aggrada.


I posti interessanti di transito sono i seguenti:


- Lago d'Iseo
- Ponte di Legno
- Passo del Tonale
- Cles
- Cavalese
- Passo Rolle
- S. Martino di Castrozza
- Passo Cereda
- Agordo
- Alleghe
- Selva di Cadore
- Cortina d'Ampezzo
- Dobbiaco
- Brunico
- Vipiteno
- Merano
- Stelvio
- Bormio
- Valtellina
- Aprica
- Brescia





Lago d'Iseo
Situato ai piedi della Valle Camonica è famoso per Montisola: l'isola lacustre più grande d'Europa. Dal paese di Sulzano si può prendere un comodo traghetto che in 20 minuti porta ad esplorarla. La strada consigliata vi porterà sulla sponda est del lago offrendo panorami suggestivi.

Ponte di Legno
Località turistica montana a circa 1250 m. sia estiva che invernale è un luogo di culto per sciatori ed esploratori. Di sicuro interesse il Castello di Castelpoggio, edificio storico tuttora abitato situato nella zona meridionale del paese.

Passo del Tonale
Situato a 1883 m. appartenente alle Alpi Retiche, è il valico che porterà nella Val di Sole in un percorso piacevole in discesa che porterà nella regione del Trentino Alto Adige.

Cles
Si scende verso Cles, comune situato a circa 700 m. appartenente alla Val di Non. Posto strategico come raccordo stradale e commerciale, è uno dei pochi paesi montani a possedere un numero elevato di scuole, efficienza ospedaliera, attività produttive e commerciali.

Cavalese
Passando dalla Val di Non, dopo circa 70 km di itinerario si giunge a Cavalese, comune ubicato nella splendida Val di Fiemme. Situato a 1000 m. è la località conosciuta per la funivia di Cernis, dove nel 1976 morirono oltre 40 persone.

Passo Rolle
A 1984 m. slm, risulta tra le più spettacolari meraviglie del Trentino Alto Adige. Collega la Val di Fiemme con la Valle di Primiero. Si possono ammirare le Pale di S. Martino che arrivano a quota oltre 3600 m.

San Martino di Castrozza
Attorniato dalle pale di S. Martino è una piccola ma nota sede turistica estiva ed invernale. Un buon posto per fare piccole spese per souvenir.

Passo Cereda
Situato a 1426 m. slm, è un passo singolare e poco frequentato ma dalla bellissima vallata che lo precede. Qui una sosta al Rifugio Cereda, anche notturna può essere l'ideale per vivere il vero spirito della montagna. Posto caldo ed accogliente, ottima cucina ed ospitalità, camere senza comfort (niente TV). Insomma il necessario per riposare in un clima diverso.

Agordo
Situato nella provincia di Belluno, Agordo è un paese a circa 600 m. Famosa la leggenda del lago che viene proposta in paese con semplici letture.

Alleghe
Si sale sui 1000 m. e si arriva ad Alleghe, altra possibile tappa prima di giungere a Cortina d'Ampezzo. Risulta tra i migliori posti del Trentino Alto Adige per l'alpinismo, data la vicinanza a passi e rifugi strategici.

Selva di Cadore
Comune limitofo di Alleghe, situato a 1350 mt. slm offre numerosi Garnì\Hotel per riposarsi in tranquillità rimanendo ad alta quota.

Cortina d'Ampezzo
Al confine tra la provincia di Belluno e di Trento si arriva a Cortina d'Ampezzo ad un' altitudine poco superiore ai 1200 mt. Località rinomata per lo sci, esclusiva per il tenore di vita elevato dei suoi ospiti, in inverno diventa una vera e propria città del lusso. Numerosi negozi di alta moda sempre aperti.

Dobbiaco
Nella provincia di Bolzano, di altitudine simile a Cortina, abbraccia le alpi Carniche e Atesine. Famoso il lago di Dobbiaco. E' il punto più a nord est del nostro tragitto, a pochi chilometri dal confine Italo-Austriaco.

Brunico
Proseguendo per la splendida Val Pusteria si arriva a Brunico, cittadina importante e rinomata per il turismo ed il lavoro. Qui la lingua maggiormente parlata (oltre il 70%) è il tedesco. Da visitare il castello di Brunico che sorge vicino al centro della città e i vari castelli limitrofi. In centro si trova un' ottima birreria Forst che serve ottimi piatti tirolesi. Anche i vari locali meritano menzione.

Vipiteno
Anche qui molto vicini al confine Austriaco, ove la gente per la maggior parte parla tedesco, arriviamo ad una delle più belle ed intime cittadine del Sud Tirol posta a 950 m. Il viale centrale offre numerosi negozi, locande e birrerie.

Merano
Dopo Bolzano è la seconda città più popolata dell' Alto Adige. Scendendo da Vipiteno l'altitudine si riduce a quasi 400 m. Clima sicuramente più mite, è una città che presenta un centro storico veramente bello e completo di ogni negozio. Poco dopo Merano c'è la famosissima fabbrica di birra Forst (nell'omonima frazione Forst) che spesso è aperta per visite e degustazioni.

Attenzione: la prossima tappa risulta impegnativa.

Passo dello Stelvio
Il secondo passo valicabile più alto d'Europa. Si toccano su moto quota oltre 2700 metri ed è considerato un luogo di culto per ciclisti e motociclisti. Fa parte del parco nazionale dello Stelvio, offre un'avventura che sicuramente rimane nella memoria di ogni motociclista che lo affronta. Lungo ma non esasperatamente impegnativo.

Bormio
Situato a circa 1200 m. è considerata da molti la capitale della Valtellina ed è comprensorio del Parco Nazionale dello Stelvio. Località molto rinomata per la cucina tipica, l'alpinismo e lo sci. Buon posto per un ottimo pranzo.

Aprica
Scendendo verso sud, attraversando la Valtellina, si arriva all' ultima tappa del viaggio: Aprica. Comune e passo a circa 1100 mt. è l'ultima località turistica prima del rientro.


Testo e foto: Gaetano (Gae) Albertini


^